Il progresso tecnologico ha concesso alle tecniche di memorizzazione di evolversi, basti pensare a quanto efficaci sono strumenti come i software per la ripetizione dilazionata.

Questo ha però condotto a un paradosso alquanto bizzarro: si tende a scrivere meno.

Come fa questo a generare un paradosso esattamente?
Beh, è provato che scrivere con carta e penna riesca a stimolare maggiormente il processo di apprendimento e conduca di conseguenza a ricordi più nitidi e semplici da richiamare.

Questo avviene perché, nel caso della scrittura, siamo attivamente coinvolti da quello che stiamo facendo diversamente da quanto può accadere con la lettura, che invece è molto più soggetta a possibili distrazioni.

La maggior parte delle tecniche moderne di memorizzazione getta in realtà le sue basi proprio sul semplice utilizzo di carta e penna: il metodo Cornell, le flashcard così come le pagine schematiche per la gestione del tempo e delle informazioni utili.
Tutto torna!

Libri Tecniche di Memoria Amazon

L’utilizzo di carta e penna porta inoltre ad una naturale selezione delle informazioni che crediamo ci torneranno utili, e che vengono assimilate nel momento stesso in cui passano dalla fonte ai nostri appunti.

Il risultato finale di quanto abbiamo trascritto risulta inoltre essere più sintetico e ordinato rispetto a quanto accadrebbe utilizzando tastiera e PC.

La differenza sta nel fatto che la trascrizione via PC e dispositivi elettronici in generale è spesso di carattere statico, mentre gli appunti presi con carta e penna sono più soggetti a una reinterpretazione personale al fine di renderceli più comprensibili e da noi fruibili.

Che poi è anche il motivo per cui memorizziamo meglio – c’è del nostro in quello che abbiamo scritto, e il cervello non dimentica facilmente ciò che noi abbiamo creato.

Insomma, carta e penna hanno ancora tanto da offrire.

Per iniziare ad approfittare di questi vantaggi vi consigliamo di dedicare del tempo allo studio delle tantissime tecniche di memorizzazione, trovare quella che fa più per voi con qualche settimana di prova e… beh, questo vi farà padroni di un ottimo metodo di studio!

Bene siamo giunti alla fine di questo articolo, cosa ne pensi? Ti è piaciuto? Hai domande, dubbi, perplessità?
Fammelo sapere scrivendo nei commenti a fine articolo o meglio ancora sulla pagina Facebook!  🙂

Per concludere iscriviti alla newsletter di Tempopernoi, per ricevere tutti i nuovi articoli, tanto materiale esclusivo e gratuito e l’ebook gratuito con la raccolta dei migliori articoli su gestione del tempo, memorizzazione e lettura veloce!!!

Ti auguro una splendida giornata

Fonte foto