La lettura orientativa, nota anche col nome di lettura veloce o skimming, è una pratica grazie alla quale è possibile incrementare drasticamente la propria velocità di lettura.

Spesso ritenuta controproducente in quanto può minare una corretta comprensione del testo che si va a leggere, questa procedura è in realtà un utile strumento di lavoro se viene applicata nel modo corretto.

Libri Lettura Veloce Amazon

La lettura orientativa non equivale ad una lettura di carattere superficiale e anzi, è particolarmente consigliata a quelle persone che realizzano di avere investito interi pomeriggi di studio in un testo del quale poco dopo non ricordano nulla.

Ma procediamo con ordine: come viene a crearsi il problema, e come viene arginato?

La lettura, orientativa o localizzata che sia, necessita di concentrazione e coordinazione.

Coordinazione tra cosa? Nello specifico, occhi e cervello.

Le pause che si generano nello spostamento degli occhi da un paragrafo all’altro sono note come saccadi ed è su queste che si basa l’allenamento per la lettura orientativa.

Il livello di concentrazione aumenta a fronte di un impegno attivo da parte nostra nella lettura, impegno in tre diversi obiettivi:

  • una corretta gestione delle saccadi, della loro velocità e della loro direzione
  • stima del tempo necessario ad assimilare quanto percepito dai nostri occhi
  • quantità di elementi che i nostri occhi sono in grado di percepire

Per farla breve: allenamento focalizzato nella lettura di paragrafi, sempre più corposi, che sfocia in una corretta assimilazione di un numero sempre maggiore di informazioni.

Meno attenzione nella lettura? Al contrario, noterete di essere molto più impegnati di prima!

Potete verificare il vostro livello iniziale nello stesso modo: un testo a caso, prova con un paragrafo altrettanto a caso, annotare quante parole si riescono a leggere in un minuto.

La media di parole lette per minuto è di 200 circa per una lettura a ritmo sostenuto, un valore che è possibile incrementare di svariate volte con una forte dedizione.

Non solo, è inoltre possibile accelerare ulteriormente con metodi definiti assist e la cui efficacia è provata da anni, basti pensare a quante personalità celebri usassero un cosiddetto accompagnatore nella lettura: una bacchetta, un gessetto, persino il proprio dito, perché leggere quando sì viene guidati da qualcosa è, per l’appunto, una lettura guidata e quindi più scorrevole.

Non confondete quindi lettura orientativa e superficiale, e allenatevi tutti i giorni!

Bene siamo giunti alla fine di questo articolo, cosa ne pensi? Ti è piaciuto? Hai domande, dubbi, perplessità?
Fammelo sapere scrivendo nei commenti a fine articolo o meglio ancora sulla pagina Facebook!  🙂

Per concludere iscriviti alla newsletter di Tempopernoi, per ricevere tutti i nuovi articoli, tanto materiale esclusivo e gratuito e l’ebook gratuito con la raccolta dei migliori articoli su gestione del tempo, memorizzazione e lettura veloce!!!

Ti auguro una splendida giornata

Fonte foto