Un mito, una leggenda, tutti vorremmo averla ma pare ci si possa solo nascere, un po’ come accade per l’orecchio assoluto: la memoria fotografica, che tutto ci permette di ricordare.

Ma è davvero così o si tratta di un mito da sfatare?

Talento innato è una definizione che si sposa bene con davvero poche situazioni, e che fa riferimento per lo più all’ottenimento di un risultato al massimo livello a cui è possibile aspirare.

Il più bravo giocatore di pallacanestro, un genio della matematica: qui è possibile che la predisposizione giochi un ruolo fondamentale.

Se però vuoi avere accesso ad una determinata abilità nei limiti di una persona allenata, è possibile acquisirla con impegno.

L’associazione di immagini a informazioni è di fatti alla base di ogni tecnica per la corretta memorizzazione di concetti e un qualcosa alla portata di tutti.

Ironicamente, per quanto si parli di memoria fotografica, non è tanto uno sforzo del cervello quanto dei nostri occhi!

Quello che viene definito come campo visivo è cosa davvero viene allenato per stimolare una memoria di carattere fotografico: si tratta in sostanza di quanti elementi riusciamo a fotografare, per l’appunto, con una sola occhiata al testo di riferimento.

Questa tecnica fa uso delle cosiddette saccadi, ovvero le pause che intercorrono con il posare lo sguardo in due punti diversi.

Quante più sono le informazioni recepite, tanto più si può parlare di memoria fotografica.

Capite dove vogliamo andare a parare? Non si tratta affatto di una abilità innata in quanto è perfettamente sviluppabile a ogni età, se lo si vuole davvero.

L’allenamento consiste di solito in una esposizione quotidiana a dei testi di vario genere, seguita da una verifica di quanto si è riusciti a memorizzare di una data porzione di essi.

Libri Tecniche di Memoria Amazon

Quante parole riesco a catturare con uno sguardo? Dieci? Venti? Cinquanta?

Che siate portati o meno per lo sviluppo di una memoria fotografica, i miglioramenti sono visibili già dopo qualche settimana di pratica.

Questa tipologia di memoria si applica con particolare successo a tutte quelle materie di carattere scientifico, o che offrono diversi grafici e illustrazioni per semplificare un concetto espresso in parole.

Inoltre, si presta benissimo allo studio di materiale didattico come mappe geografiche e spartiti musicali!

Bene siamo giunti alla fine di questo articolo, cosa ne pensi? Ti è piaciuto? Hai domande, dubbi, perplessità?
Fammelo sapere scrivendo nei commenti a fine articolo o meglio ancora sulla pagina Facebook!  🙂

Per concludere iscriviti alla newsletter di Tempopernoi, per ricevere tutti i nuovi articoli, tanto materiale esclusivo e gratuito e l’ebook gratuito con la raccolta dei migliori articoli su gestione del tempo, memorizzazione e lettura veloce!!!

Ti auguro una splendida giornata

Fonte foto