Nome alquanto altisonante per una tecnica improntata a una migliore gestione del tempo utile, ma non cascateci: lo sdoppiamento non ha nulla a che vedere con la fantascienza.

Con il termine sdoppiamento si indica la capacità di un individuo di portare a termine più di un compito per volta, qualora sussistano le condizioni che lo rendono possibile.

Si tende a pensare subito al cosiddetto multitasking ma da esso differisce in quanto non ha possibili accezioni negative – laddove è il multitasking stesso che  può rappresentare la causa di un deficit di attenzione, lo sdoppiamento avviene solo in funzione di maggiore produttività.

Se non siete estranei al  mondo delle tecniche per incrementare la produttività, avrete già sentito parlare a più riprese del concetto di realizzazione.

Come suggerisce la parola stessa, la realizzazione non è altro che il modo in cui portiamo a termine gli obiettivi che ci siamo prefissati: quello che a molti sfugge è che ogni possibile goal è contraddistinto da diverse variabili che rendono la sua realizzazione più semplice o difficile in un dato momento della giornata.

Uno dei punti cardine di questa tecnica è infatti la comprensione dei propri ritmi giornalieri e come sfruttare tale conoscenza per incrementare i livelli di produttività.

Libri Gestione del tempo Amazon

Gli hobby rappresentano un ottimo strumento per capire quali sono i momenti in cui si tende a essere più produttivi del solito, in quanto molti di essi richiedono una certa attenzione da parte della persona e non possono accavallarsi ad altre attività.

Generalmente, il momento della giornata che viene dedicato al proprio hobby è anche quello che delinea un calo di prestazioni per l’individuo: il tardo pomeriggio.

In breve, la tecnica dello sdoppiamento suggerisce di individuare i momenti della giornata in cui non è un peso svolgere diverse attività contemporaneamente e stilare un calendario con impegni ed eventi che facciano riferimento a quanto appreso.

Se il pomeriggio non è un buon momento per impegni che richiedono di interagire con altre persone, magari a causa di una perdita di lucidità, si può cercare di aggirare il problema piazzando le attività di colloquio in un orario in cui siete più concentrati.

Allo stesso modo, se fare un resoconto della giornata viene semplice prima di andare a dormire, è forse il caso di inquadrare quel momento come il più indicato in cui svolgere un’attività a scopo organizzativo.
Non trascurate l’importanza dello sperimentare!

Bene siamo giunti alla fine di questo articolo, cosa ne pensi? Ti è piaciuto? Hai domande, dubbi, perplessità?
Fammelo sapere scrivendo nei commenti a fine articolo o meglio ancora sulla pagina Facebook!  🙂

Per concludere iscriviti alla newsletter di Tempopernoi, per ricevere tutti i nuovi articoli, tanto materiale esclusivo e gratuito e l’ebook gratuito con la raccolta dei migliori articoli su gestione del tempo, memorizzazione e lettura veloce!!!

Ti auguro una splendida giornata

Fonte foto