Il time management (tradotto “gestione del tempo” a nostra disposizione) è divenuto col tempo una vera e propria arte, difficile da padroneggiare ma in grado di donare enormi soddisfazioni ed incrementare esponenzialmente la nostra produttività quotidiana.

In quanto al metodo da utilizzare, non c’è dubbio che si tratti di una questione del tutto soggettiva: come fare quindi a scegliere quello che più si addice al proprio stile di vita?

In questo primo appuntamento vi introdurremo ad alcune tecniche che fanno degli intervalli di tempo (e di una loro particolare organizzazione) il loro punto di forza.

La tecnica del pomodoro

[amazon_link asins=’8867025163′ template=’ProductAd-con-margin’ store=’tempopernoi-21′ marketplace=’IT’ link_id=’619578da-8470-4be8-8cce-7ba2987d6c34′]Indubbiamente una delle tecniche di time management più in voga degli ultimi anni: ideata da Francesco Cirillo per agevolare la propria vita universitaria, la tecnica del pomodoro basa il suo successo sulla suddivisione del tempo a nostra disposizione in intervalli di 25 minuti.

Nulla di eccessivamente complesso, vi basterà infatti munirvi di un timer e dedicarvi alle vostre mansioni col massimo impegno. Quando il timer sancisce lo scadere della prima sessione potrete fare una pausa di 5 minuti e dedicarvi al vostro passatempo flash preferito.

Tutto è concesso! L’obiettivo qui è proprio quello di permettervi una leggera distrazione.

Si torna quindi alle faccende da sbrigare alternando sessioni di studio o lavoro da 25 minuti a brevi pause come quella appena descritta: una volta ripetuto il processo per quattro volte la pausa successiva potrà essere estesa sino a 15 minuti. Se volete concedere una possibilità alla tecnica del pomodoro, il sito Tomato Timer potrà sicuramente tornarvi utile!

Qui trovi approfondimento sulla tecnica del pomodoro

Libri Gestione del tempo Amazon

La tecnica dei 18 minuti

Ideata da Peter Bregman, esperto e consulente di crescita individuale ed aziendale, questa tecnica può essere impiegata anche in ambito casalingo per ottenere risultati incredibili.

Anche qui incontriamo una suddivisione della giornata in determinati intervalli di tempo, volti però in questo caso a dei piccoli momenti di contemplazione del proprio operato.

  1. I primi 5 minuti del mattino: cosa devo fare oggi? Identificare le priorità della giornata vi aiuterà a superare ogni ostacolo con immediato appagamento ed un boost di energia.
  2. Fermatevi a riflettere un minuto allo scadere di ogni ora. Siete stati produttivi in questi ultimi 60 minuti? La revisione del vostro operato è di fondamentale importanza. A tale scopo, anche qui non possiamo che consigliarvi l’uso di un timer con cui aiutarvi a gestire il tempo.
  3. Altri 5 minuti di riflessione alla sera. Questo ultimo passaggio è importante per revisionare i progressi della giornata ed impostare di conseguenza i nostri obiettivi per quella a seguire.

Semplice ed efficace!

Superato un primo senso di impaccio avrete modo di trarre immediato beneficio da una sapiente applicazione di questi metodi.
Se poi finiste col realizzare che proprio non fanno per voi, non dovete arrendervi: vi proporremo altre tecniche che potrebbero fare al caso vostro!

Bene siamo giunti alla fine di questo articolo, cosa ne pensi? Ti è piaciuto? Hai domande, dubbi, perplessità?
Fammelo sapere scrivendo nei commenti a fine articolo o meglio ancora sulla pagina Facebook!  🙂

Per concludere iscriviti alla newsletter di Tempopernoi, per ricevere tutti i nuovi articoli, tanto materiale esclusivo e gratuito e l’ebook gratuito con la raccolta dei migliori articoli su gestione del tempo, memorizzazione e lettura veloce!!!

Ti auguro una splendida giornata

Fonte foto